8 gennaio 2009

Divine menzogne

Bush ha appena finito di dichiarare ai giornali che Dio lo ha aiutato a prendere decisioni nella sua vita politica: fede e Bibbia, il suo pane quotidiano e consigli ad Obama, oggi, un Obama che nasce Obama e si mette a fare Veltroni.
Ovvero silenzio connivente.

Non abbiamo ancora ricevuto le parole appropriate sulla questione Gaza. Mentre sappiamo il valore dell'anello regalato a Michelle e il prezzo della suite dell'Albergo di fine anno.
Obama, ti diamo solo alcune ore di tempo e poi facciamo presto a dimenticarti all'inferno con gli altri!

Blair ha appena ricevuto il mandato dal Padreterno, tanto da regalare la galera alla opusdeiana Turner per i soldi versati al partito blairiano, di aprire un Fondo dal titolo pornografico: Fede e globalizzazione.
Ha appena rilasciato un'intervista alla BBC sulla necessità di ritirare l'esercito dalla Palestina e riaprire il dialogo. Banale vomito di parole dell'uomo più artificiale dell'era dello Yuppie!

Israele finge di voler cercare Hamas e nel frattempo si diletta a massacrare bambini.
Israele, piccolo gregge di Dio trasformato in un branco di lupi feroci. Si chiama Sindrome di Stoccolma: si finisce per dipendere da colui che ti fa del male. Il nazismo ha lasciato sul dna di Israele i suoi orrori e gli ha modificato lo Spirito.
Il Demonio è appollaiato alla tua porta, terra madre di Geremia, Isaia e Elia.
Ma tu non ascolti i tuoi profeti!
Costruisci finti corridoi umanitari per non stare a sentire il ronzio delle mosche occidentali ma sai che è l'ultimo pasto di quello di un condannato a morte!
L'Onu ha fallito con te, per sempre, non esiste più memoria del passato.

Hamas, in nome del Dio del Corano, è pronto a far saltare il cervello ai piccoli palestinesi mentre si nascondono i capi, con le vettovaglie, le medicine e le armi nel rifugio dei codardi. Come quel mito di Osama che ancora nessuno cattura perché non esiste: è aria fritta come Hamas, uomini mediocri che con il sangue degli innocenti si costruiscono le leggende!

Bush, Blair, Capi di Israele, di Iran, di Hamas, dell'Occidente cristiano: il vostro Dio è finzione.
E io lo disprezzo. Nego la sua esistenza: costruzione perversa della vostra mente di un dio minore che sposa le armi e l'annientamento del nemico, artefice della guerra giusta e della verità assoluta.

Odio la menzogna di un ASSASSINIO che viene definito necessario terrore per un bene comunitario. Il bene di chi? Noi non abbiamo ricevuto niente dalle vostre mani.
Solo morte e negazione dei diritti.
Uomini tribali, sciamani ributtanti: assetati solo di sangue di donne e bambini.
Il vostro Dio è cannibale. Non ha nulla da spartire con la Sapienza degli scritti dei testi sacri dell'umanità.
Ciechi: incapaci di leggere e di comprendere che se Dio non è Amore, egli non è.
Il vostro Dio non serve che all'Australopiteco per aggredire meglio all'uscita dalla caverna ma non è utile all'Uomo per accogliere lo Spirito che alita sulla Bestia.

Narratori di storie che non esistono, fabbricatori di una divina menzogna che ha reso necessaria la morte dell'Innocente per mettere a tacere nel sangue la fame del mostro interiore che vi abita e deviare dalle vostre responsabilità.

Il vostro dio monoteista crede di aver ragione ma la storia gli dà torto e lo relega nella tribù degli dei preistorici in attesa bavosa di sacrifici e offerte.
Eppure il Dio che fingete di conoscere vi ha detto: Misericordia voglio e non sacrifici!
Come Satana sul pinnacolo del tempio, il vostro dio vi chiede di inginocchiarvi e di riconoscerlo e adorarlo: in cambio promette il mondo, la terra, il potere.
E' il dio monoteista delle dittature e della "roba".

Sussurra nell'orecchio degli stolti: non c'è altra via di sopravvivenza che la Forza bruta.

Il sangue degli Innocenti ricada su di voi e vi condanni al vostro Paradiso insieme agli adepti vostri seguaci. A voi l'onore e la gloria del vostro dio morto!
A voi, il regno del nulla.

10 Comments:

Blogger Daniele Verzetti il Rockpoeta said...

E' una guerra che nessuno vuole concludere.

Nessuno ha interesse a sedersi ad un tavolo delle trattative e finirla con l'odio. Nessuno perchè altrimenti basterebbe mettersi d'accordo per due Stati, Israele e Palestina, facendosi reciproche concessioni e mettendo da parte le proprie assurde rivendicazioni.

Ma nessuno ripeto, neanche la Comunità Internazionale ci tiene davvero.

L'UE all'inizio del conflitto disse che si sarebbe adoperata per mandare.... un contingente di pace!!!

No comment Angela.

Un abbraccio a te a james ed alle tue bimbe splendide.

Daniele

8/1/09 15:33  
Blogger sileno said...

Le nuvole che si addensano su questo inizio d'anno, sono nuvole fosche, causa la sofferenza di milioni di innocenti costretti a morire di bombe, di fame, di stenti, di malattie mentre i padroni del mondo si dilettano con le apparizioni televisive e con le loro esercitazioni verbali tanto vuote di contenuti e di ideali.
Son con te.
Sileno

8/1/09 16:31  
Anonymous Anonimo said...

egoismo e potere non guarda in faccia milioni di vittime innoccenti che muoiono.

ciao,
aria

8/1/09 19:46  
Blogger l'incarcerato said...

In maniera biblica hai lanciato un bell'anatema contro questi qui. Come al solito scrivi in maniera impeccabile. Volevo aggiungere che gli Israeliani non cercano Hamas, ma lo "creano"...

ps Grazie per il tuo aiuto!

9/1/09 09:42  
Blogger Angela said...

@incarcerato: sai caro amico, non credo che sia possibile dire che Israele abbia creato Hamas perché le responsabilità risalgono al dopoguerra e con il mondo arabo abbiamo un conto aperto, di falsa politica di riconciliazione, e loro contro noi, da sempre. In gioco c'è solo il comando.
Non abbiamo inventato niente di nuovo.
E mentre muore la Palestina, leggo di una Mercedes rivestita di Swaroski, da un Occidente che cerca affannosamente di affamare i morti che camminano; dei Repubblichini che vogliono il riconoscimento per essere stati fascisti, gli stessi che oggi appoggierebbero la politica israeliana e farebbero campi di concentramento per soli poveri.
Sulle responsabilità del mondo arabo, sulle sue relazioni di interesse con quelli che chiamano nemici, le armi, gli abusi ai civili, le donne negate...la pazzia regna sovrana.

9/1/09 10:55  
Blogger Franca said...

La pace non si costruisce con i falsi buonismi per i quali tutti hanno ragione e che tutti hanno colpe.
La pace si costruisce con la ricostruzione storica della verità e l'odio di stempera solo se chi ha sbagliato si assume la responsabilità dell'errore...

9/1/09 14:35  
Blogger guglielmo said...

Norbert Elias nel suo libro "La solitudine del morente" ad un certo punto fa una constatazione: durante le guerre la maggior parte degli uomini perde rapidamente qualsiasi sensibilità di fronte all'omicidio e alla morte; i mezzi coercitivi dello stato sono più forti della coscienza individuale. Mi pare che questo ci deve preoccupare: sono bastati 5 giorni di guerra per spazzare via ogni forma di dissenso dalla guerra voluta dai rispettivi legittimi governi.

9/1/09 15:15  
Blogger marina said...

Cara Angela sento la tua passione civile ed umana e non posso che sentirmi vicina a te.
marina

9/1/09 19:32  
Blogger Arnicamontana said...

Comprendo la tua rabbia, cara Angela, e il titolo del post è proprio veritiero.."e dev'esserci un modo di vivere senza dolore..." Un abbraccio di speranza, sempre!E un abbraccio, A'

12/1/09 11:29  
Blogger stella said...

Angela sono con te!

12/1/09 12:16  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home