26 gennaio 2009

Delirio

Ho il vomito.
E non è la chemio.

Parole violente e disgraziate
come coltelli affilati nella carne del paese.
Le chiamano, dai bordelli del potere,
carinerie e ricerca di leggerezza.
La bocca non è che una un gorgo di latrina.
e l'Italia è risucchiata nello scarico.

Stupri continui: non chiamateli romeni.
E' un'escrescenza
purulenta del corpo maschile
che ha partorito ancora
orrori nella mente e nell'anima
leggera come il fosforo di Gaza.

Lo stupro sullo Spirito annichilito del mondo.

I bimbi, piccole oasi
devastate negli asili dell'Europa
o nelle parrocchie degli orchi con talare.

Gronda sangue dal cuore morente dell'umanità.
E dovrei credere in te Obama,
dovrei credere che l'uomo ancora esiste?

Le chiese lo hanno venduto
per tre soldi.
Scelgono la Legge
riempie la loro cassa
rafforza la paura,
concime per le menzogne.

Quanto è grande e irreversibile,
la tua possibilità di decidere, Obama:
richiamarci alla dignità perduta,
ad essere oltre l'istinto omicida.

Nel frattempo,
continua il delirio degli ossessi
l'agonia dei deboli...

11 Comments:

Blogger sileno said...

Parole forti, terribilmente vere!
Sileno

26/1/09 16:27  
Blogger Arnicamontana said...

quanto è bella, forte sì, e cruda questa tua pagina...quanto orrore a cui mai potremo rassegnarci,quante pagine sporche di questa nostra storia...Come non avere il vomito? un abbraccio

26/1/09 18:34  
Blogger Daniele Verzetti il Rockpoeta said...

Quoto Sileno ma aggiungo che se non hai speranza tu che hai fede siamo messi davvero male.

Un abbraccio a te a J ed alle tue splendide bimbe!

Daniele

PS: davvero una bella poesia.

26/1/09 21:20  
Anonymous Anonimo said...

sottoscrivo ogni riga!!
Stefi t
ps. cara Angela fai concorrenza a Daniele?? :-)

26/1/09 21:39  
Blogger Angela said...

Come potrei sfidare in versi il nostro Daniele!

26/1/09 22:12  
Anonymous Anonimo said...

Anch'io faccio mie le tue parole
emozionante poesia
unico antidoto ormai
a questo delirio
a questa agonia
Mimmo

27/1/09 00:05  
Blogger l'incarcerato said...

Bellissima poesia, parole crude ma talmente vere da farti rimanere senza fiato. Poi ragiono e dico che io invece credo ancora nell'uomo(non Obama per carità) ma proprio nella speranza di qualche briciolo di umanità.

Anche se nel frattempo continua il delirio degli ossessi e l'agonia dei deboli...quanto hai ragione!

27/1/09 10:01  
Anonymous Anonimo said...

ogni volta che leggo i tuoi articoli li trovo sempre tremendamente veri,intelligenti e sinceri...grazie.

27/1/09 13:00  
Anonymous Giuseppe S. said...

Perchè parli così !? Hai un parlare che tocca i nostri nervi e va in profondità fino al midollo.
Non aggiungo nulla perchè mi basta la tua ossevazione e nello scrivere ho un pò di difficoltà .
Grazie e ciao
Giuseppe

27/1/09 13:35  
Blogger marina said...

grazie Angela per ognuna delle tue parole
marina

27/1/09 17:01  
Blogger Franca said...

Ogni parola un macigno su cui riflettere...

27/1/09 19:03  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home