27 luglio 2008

Obbedire

A chi?
Turoldo diceva: alla verità e non all'uomo che mi comunica la verità.
La verità è una conquista che non finisce mai, è la meta da raggiungere attraverso un lungo e spesso contraddittorio cammino della coscienza.
Sono proprio onorata di proporvi la lettura dell'ultimo quaderno di Servitium.

In tempi mai cambiati in cui la deriva autoritaria e anti -democratica sta togliendo ossigeno alle nostre speranze civile e religiose, questo quaderno di Servitium mi ricorda che molti altri uomini, a cui i media non daranno mai spazio, invece ricercano e pensano e osano, con la lucerna accesa e il cuore vivo...

Il mio articolo, Maria, le donne, il viaggio verso l'obbedienza, lo ritrovate sul sito in pdf
http://www.servitium.it/quaderni/rivista178.asp

1 Comments:

Blogger Daniele Verzetti il Rockpoeta said...

Scegliere di obbedire non è obbedire però a mio avviso.

Obbedire significa non comprendere, non condividere, non sapere perchè non ti viene detto, la ragione per cui devi agire in un certo modo.

E obbedire ciecamente in quel modo continuo a non trovarlo consono almeno al mio modo di essere.

Ciao!
Daniele

28/7/08 13:41  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home