17 maggio 2008

Crooked house

Piove governo ladro!
Mi entra acqua dalle finestre che si chiudono a mala pena, il legno si è gonfiato e nonostante le spinte e le pressioni rimangono socchiuse. Anche le persiane non fanno il loro dovere: sono chiuse da tre giorni, per arrestare l'ingresso dell'acqua che filtra comunque silenziosa e invadente, lasciando le stanze in un' oscurità claustrofobica.
E' una vecchia casa, con innovazioni che risalgono agli anni sessanta, non molto amata dalla proprietaria che dice di esserci cresciuta felice ma che di fronte alla nostra protesta e richiesta di fare qualcosa per non lasciarci in versione colosseo, ha risposto che siamo pignoli, troppo inglesi!
E' una casa che richiederebbe un abbandono immediato e uno scontro frontale con la signora bene di provincia eppure...sono qui che dico "it's not a house: it's home", ha una sua grazia e una sua energia, un lago che sembra abbracciarla come per proteggerla...è difficile barattare tutto questo con qualcosa di più "sicuro".
Dopo anni di cambiamenti e traslochi, vorrei fermarmi qui, come l'acqua del lago.
Stare ferma fisicamente, non cercare più, non sfidare più l'ignoto. Fermarmi per avere il tempo di acquisire forza, robustezza, veder crescere G e E più sicure, con radici interiori salde, tornare a casa allegre perchè l'esterno non è più un luogo incerto con cui misurarsi.
Sono stanca di conquiste: dopo tredici anni, ho l'autorevolezza per dirlo. Non perchè abbia trovato il posto ideale: sull'Appia, che è un prolungamento infelice della Valassina, il posto ideale si è mutato in chilometri di traffico e capannoni. Il posto ideale non c'è. C'è un tempo ideale, opportuno, per andare o restare. Un tempo per partire o tornare.
So con certezza che questo è il tempo della quiete. Tempo di raccogliere la semina.
Ma il tempo reale e il tempo interiore vivono in spazi diversi.
Invece...ragioni economiche, il lavoro, spingono a nuovi esodi.
E' proprio vero: money makes the world go round.
L'amore non decide nulla, l'amore perde.
L'amore ci aiuta a restare sani di mente, a non cadere nella tentazione della disperazione: ma la vita e il pane non viaggiano insieme. Almeno, non per noi.
Se io decidessi per la vita, la ragione del mio amore, il mio compagno di avventure, resterebbe sempre separato in un altrove che neppure lui ha scelto: separato e obbligato a viversi le sue responsabilità di padre e di uomo.
Doveri e pane, vita e libertà: beati quelli che hanno potuto scegliere senza fratture.
Noi, come milioni di altri, prigionieri nella terra di mezzo delle nostre dicotomie!

The world is too much with us; late and soon,
Getting and spending, we lay waste our powers;
Little we see in Nature that is ours;
We have given our hearts away, a sordid boon! (W.Wordsworth)



15 Comments:

Anonymous Aicha said...

Cara Angela,
è vero, la nostra vita è intessuta di mille e più dicotomie che molto spesso ci lacerano dentro… tuttavia chi è dotato di una particolare sensibilità può, mediante loro, cogliere meglio la complessità di quanto ci circonda e comunicarlo agli altri attraverso un linguaggio potente, capace di turbare l’animo di chi l’ascolta…
Un abbraccio
Aicha

22/5/08 12:58  
Blogger Angela said...

a te, cara Aicha...accarezza il tuo albero, per me...

22/5/08 13:09  
Anonymous Mauro1971 said...

Home la fate voi, la portate ovunque andate, come fai a perderla?

Tutto cambia... non te ne fare un cruccio di questo.
In fondo "house" é solo una cosa :D

22/5/08 15:46  
Blogger Angela said...

sì Mauro,ma la casa, in questo post, è la metafora di un ambiente in cui vorrei fermarmi dopo oltre dieci trasferimenti...poi la cura di un corpo stanco...una lunga storia già raccontata

22/5/08 15:56  
Anonymous Mauro1971 said...

E lo so...

Ma il mio "compito" é quello di cercare di tirarti un po' su, cos'altro potrei dirti?

Le condizioni negative restano, l'unica differenza può essere la tua reazione a queste, ma tutto questo lo sai molto meglio di me.

Ti sono vicino, nei limite del possibile, sei nei miei pensieri e nelle mie "preghiere", ma ho solo le parole come mezzo per cercare di fare qualcosa e credo sia essenziale queste siano il più positive possibile.
Non cambiano le cose, non incidono sulla tua realtà, ma... magari un sorriso o un pensiero diverso per una frazione di secondo ti aiutano ad averli.

Tutto qui :D

23/5/08 09:29  
Blogger Angela said...

Mauro, strabacioni!!!!
sei caro...

23/5/08 09:31  
Blogger stellavale said...

Io non posso star ferma, in quwato momento non posso proprio,

23/5/08 12:14  
Blogger Daniele Verzetti il Rockpoeta said...

Hai davvero un blog interessante. Personale e sociale si miscelano in post che hanno una struttura originale e avvolgente.

Ricambio il link molto volentieri :-)))

23/5/08 15:16  
Blogger Daniele Verzetti il Rockpoeta said...

PS: solo una cosa: se uno guarda un post vecchio poi non si riesce a tornare sulla tua homepage cliccando in cima. E' un mio problema o invece è proprio così?

Ciao Angela :-)))
Daniele

23/5/08 15:24  
Blogger Daniele Verzetti il Rockpoeta said...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

23/5/08 15:25  
Blogger Angela said...

hai ragione...mah, è una pagina rudimentale la mia, ci provo a capire come fare...sorry!

23/5/08 16:36  
Blogger scrittrice75 said...

ciao angela.. sei una mia omonima,
se ti va vieni a trovarmi sul mio blog dove sto pubblicando il mio romanzo a punatate.
se passi lasciami un apputno così possiamo scambiare i link
ciao

24/5/08 00:24  
Blogger scrittrice75 said...

ciao ti ho linkato.. un saluto da angela

26/5/08 19:38  
OpenID millebolle said...

Ciao Angela,

Anche questo che leggo è un'altra tua lucida espressione di amore, forse mimetizzato dalle tue stanchezze.
"L'amore non decide nulla, l'amore perde.", scusami ma che non mi trova d'accordo. L'amore non vince facilmente, subisce a volte cocenti sconfitte, perde molte battaglie. ma siamo sempre qui, tutti ad esprimere il nostro bisogno di essere amati, la nostra gioia di amare.
E' difficile e faticoso trovare il sentiero che ci libererà dalle nostre "prigionie". La chiave la sto cercando anch'io, è vero, è nascosta dal nostro tempo reale. Ma se mai la troveremo è anche con la parola amore che la potremo chiamare.
Un bacio

14/6/08 13:43  
Blogger Angela said...

Sai cosa intendo per perdita da parte dell'Amore, intendo l'inno alla carità di San Paolo: l'amore tutto scusa e tutto perdona. Questa volta, è stato James che ha compiuto un grande atto d'amore e di perdita: scegliendo di lasciarmi scegliere il luogo dove vivere! Abbiamo perso la gioia di stare insieme tutte le sere per un atto d'amore, lui nei miei confronti, io nei confronti delle bambine e della mia salute. Sto maturando nella speranza che tutto ci sarà restituito. un bacio a te

14/6/08 13:52  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home