16 gennaio 2008

Lucidità

Difficile averla.
Ho sperato, canta il Salmo, anche quando dicevo sono povero e infelice.
Ho sperato che tra l'infinito mucchio di barbaria si potesse estrapolare un piccolo sogno che salvasse il tutto.
Ma ho visto solo la metà delle cose: più passano i giorni e più trascorreranno gli anni e la visione sarà più ampia e chiara e maggiore sarà la luce nella mente...
Colui che mi voleva morta mi ha inconsapevolmente richiamato alla lucidità...stavo scivolando nel sogno e nel "think positive" a tutti i costi ma perdendo l'aderenza ai fatti.
Per due anni ho sperato nel cambiamento del mio paese, che per me significa cambiamento di coscienza, maturazione ad una vita adulta consapevole di sè e della collettività. Non mi sono resa conto che l'informazione si è trasformata in opinione e dell'autentico svolgimento delle vicende non ne parla più nessuno: dal racconto si è passati alla sua interpretazione, a seconda della corrente politica e ideologica.
Invece ce lo insegna la storia e i fatti, appunto, che chi resta e resiste in posizione di dominio, con il contributo degli apparati televisivi e mediatici ha l'immunità incondizionata ed è "più uguale" degli altri. A mantenerlo in vita sarà una rete di sostegno che ha goduto gli effetti benéfici di quel potere. Quando allora giunge una notizia catastrofica, un arresto, un' intercettazione, un coinvolgimento in inchieste, uno scandalo mai rimosso, il soggetto non va in crisi ma resta "sereno", non si muove dal suo posto perchè la dignità l'ha venduta da tempo e non sa più dove abiti: attende che le oscillazioni causate dalla strattonata si acquietano e i valvassori facciano il loro mestiere.
Così sono passati quarant'anni, cent'anni, i secoli.
Le crisi rientrano in tempi brevi; il giorno dopo accade un'altra oscillazione, si annacqua la paura di una collisione, ci si abitua ad un andamento sussultorio tanto non ammazza.
La storia di Napoli, di Pianura ha già perso il suo potere corrosivo.
Ci dobbiamo distrarre con altro: ecco il papa, la lite tra fede e scienza, gli schieramenti ipocriti, i falsi laici e falsi devoti. Ottima interferenza in un momento critico in cui bisogna occuparsi della legge elettorale e del conflitto di interessi; inoltre insistere sugli inceneritori o no disturberebbe gli affari camorristici che a detta di Saviano amano il basso profilo, le luci spente.
Un punto al Vaticano, che può rifarsi il look per qualche ora e passare dal volto oscurantista a quello di vittima a cui è stata negata la parola (vorrei ricordare che c'è sempre Radio Maria, Famiglia cristiana, Radio Vaticana, Avvenire, Otto e mezzo ecc. ecc.) e un punto al Governo che può nascondere la verità delle cose sotto cloroformio.
Apprendo che Mastella presenterà le dimissioni, le quali saranno respinte, tutto il Parlamento lo sosterrà. Tra un mese nessuno più saprà o ricorderà di sua moglie, come nessuno sa più chi è la moglie di Dini, come nessuno sa più nulla dei processi a carico di un intero mondo politico...tra non molto nessuno saprà...
Biagi è morto.
Gherardo Colombo si è ritirato stanco e deluso. La Boccassini ha dato le dimissioni al Csm.
La Guzzanti se ne è andata da un pezzo...
Anch'io comincio a fare i bagagli...
Per ora parto per Milano. Nelle ore in cui l'avversario si augurava la mia morte, in quella stessa notte, Anna entrava in coma...Il tumore si è mangiato il suo cervello, la sua allegria...ho pensato all'odio che espresso e vissuto nel cuore intasa l'aria come la diossina e ricade a pioggia con tutti gli spettri di morte sulla vita degli uomini.
Ed è così che nonostante il dolore, nonostante l'infamia dei potenti, nonostante la sconfitta dei giusti, dal mio cuore allontano le energie di maledizioni e di violenza.
Moriamo come le pecore di Acerra, succhiamo latte avvelenato e barcolliamo sulle nostre zampe...ma vorrei che mi rimanesse sul volto il loro stupore e la loro innocenza!

4 Comments:

Anonymous laVale said...

Siamo quasi alla vigilia di due anni del tuo blog e il mio interesse in quello che scrivi ancora si rinnova, ad ogni post.
La tua lucidità e semplicità di esposizione sono un dono tuo e uno stimolo a me, sempre.

16/1/08 20:29  
Blogger Laura said...

E' poco adeguato a quanto hai scritto (sopratutto ti abbraccio per Anna, l'ho pensata molto da quando ho letto).
Vieni sul mio blog?

18/1/08 08:05  
Anonymous Diego Cortes said...

ciao..Piacere Diego sono tra gli opinionisti della trasmissione televisiva amici libri di aldo busi in onda il sabato mattina alle 9.10 su canale 5.non so quanto ti possa interessare ma mi farebbe molto piacere se tu venissi a trovarci sul Blog e magari lasciassi qualche momento.

20/1/08 20:07  
Blogger angela said...

grazie Diego...perchè?????
comunque vengo, per lasciarti un saluto
angela

20/1/08 20:22  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home