28 febbraio 2007

Sanremo e Cancroregina

Perchè accettare un invito da Lerner pur avendo visto L'Infedele appena un paio di volte, quattro forse Otto e mezzo, e quasi mai il resto della televisione italiana e dunque senza avere nessuna passione per l'immagine proiettata nell'occhio e dunque nel cervello senza difese?
"Nell'era in cui vedere è l'equivalente di conoscere, ed essere visti l'equivalente di esistere, la notizia sostituisce il fatto, l'immagine prende sempre più il posto della realtà"
(Claudio Fracassi - Sono visto dunque esisto- Servitium 169)
Il mio blog peraltro si intitola proprio Angela esiste?, dunque anch'io cerco la mia visibilità e il mio posto nella storia. Ma in televisione?
Allora chiariamo. Io vivo sommersa come voi tutti nel mondo di immagini dal video che non rappresentano la realtà ma ciò che il media ha scelto di interpretare della realtà. Le immagini che arrivano sono già manipolate, montate - anche in diretta- su misura per controllare il messaggio che non è la reale percezione del mondo ma "l'immagine che vuole essere il mondo" (Ghigi, sempre su Servitium).
Per semplificare io e la Hunziker siamo di scena questa sera. E vogliamo dare un messaggio alla platea che ci ascolta. Alla bellissima, alta vertiginosa, sana, ricca e vincente figura della Michelle, opporrò come messaggio da affidare ai media la rossa fai-da-te, bassa, malaticcia, perdente con debiti; Sanremo ci vuole dire che la vita è tutto uno show pieno di fiori e seta, gli abitanti di Cancroregina - nome evocativo preso in prestito da Landolfi - diranno che i fiori appassiscono anche e che spesso lo show è una pena da portare avanti.
Se alla Rai avanzano tanti soldoni rubati alla Finanziaria per rimpinguire il conto corrente bancario della Hunziker, a La7 non avanza proprio niente e nessuno domani verserà un euro sul conto corrente di Attive e di tutte le associazioni di anonimi che investono per il benessere dei malati, ex malati, e famiglie.
Quindi vado in televisione per dire che esiste anche il rovescio dell'immagine oltre alle stampelle con gambe sedute vicino a Del Noce e al sorriso permanente della maschera di cartone.
Vedere non è solo guardare è anche introiettare emozioni e contenuti.
Il cancro è una malattia del "dentro", della scissione dentro, e porta con sè significati profondi.
La Duden, la storica che mi siederà accanto, scrive un libro molto provocatorio sul cancro: la tesi "è che il corpo rappresenti la fonte, l'espressione, e lo specchio della società, dunque che sia un avamposto privilegiato da cui penetrare in profondità nel presente." (I geni in testa e il feto nel grembo).
Interessante sarà dire attraverso il corpo, il linguaggio del corpo, quell'involucro essenziale -che è poi il primo impatto visivo sull'altro -che anche sul cancro bisognerà andare oltre l'immagine, oltre ciò che i media e la letteratura dicono su questa patologia. Lo spettro dei tempi, il nemico da far fuori, le terapie aggressive come una guerra preventiva sono linguaggi e metodi che la dicono lunga su come viviamo divisi in noi stessi.
Chi sale invece sull'astronave di Cancroregina, va incontro ad un viaggio, una esplorazione nello spazio interiore, nel mondo dell'inconscio e del visibile, vede e vive lo sconquassamento del corpo e dunque della propria immagine. E forse comincia ad esistere proprio dal giorno in cui quell'immagine inizia a disgregarsi, a decomporsi in virtù di un nuovo Sè che ha trovato risorse e significati oltre la sfera corporea, oltre l'occhio.
Chi sale sul carrozzone di Sanremo, si droga i sensi con allucinogeni e si risveglia più depresso di prima.
Quindi esistere certo, farsi vedere, va bene, purchè l'immagine ci porti ad altro...ad un cammino personale e autentico di ricerca e illuminazione.
La luce negli occhi vale più del corpo sotto la luce.
Grazie Gad Lerner e company!

15 Comments:

Blogger lemoni said...

Ti vedrò...e poi volevo solo dirti che la Hunziker è alta poco più di un metro e sessanta...me la ricordo al motor show di Bologna quando ero pure io una pischella e lei era proprio una ragazzina sciapa. E' sempre il vecchio discorso di quanto culo hai nella vita.
Spero che stia arrivando qualcosa di bellissimo per te...
In bocca al lupo!
Gra

28/2/07 16:08  
Anonymous la ranger said...

Sei proprio tu quella donna forte, sicura e morbida che siede vicino ad Angela Terzani?
Ma sei bellissima!
:-)))

La trasmissione è molto bella... in genere non guardo Lerner, ma stasera ne valeva la pena.

la ranger

28/2/07 23:05  
Anonymous Anonimo said...

Non sei per niente emozionata!
Complimenti! Ada

28/2/07 23:18  
Anonymous Anonimo said...

Mitica Angela! Giusi

28/2/07 23:35  
Anonymous Anonimo said...

bella matura sensibile riflessiva. E'stato bello vederti.
Miranda

1/3/07 00:34  
Anonymous Anonimo said...

Bellissima e bravissima! Ormai sei una star del video! A parte gli scherzi, quando ti ho vista mi sono commossa. sei una gran donna!
Barbara

1/3/07 07:30  
Blogger Laura said...

Penavo di essere...superficiale a dirlo ma altri hanno rotto il ghiaccio: proprio bella. Di quella bellezza che, sembra banale, nasce sì dai lineamenti ma si illumina da dentro grazie alla forza, alla sensibilità, all'intelligenza!
E poi sulla trasmissione:
scusami ma io la storica, quando ha parlato della mammografia e dei 9 falspositivi SU 10 (9 su 10!!!!) l'avrei cacciata!
Ho seguito tutto il resto con passione, con commozione e contro mio marito, stava in un'altra stanza, che vorrebbe che io non ci pensassi più! Lui ha più paura di me e usa sempre la rimozione come forma di difesa.
Avrei voluto essere lì anche io, stringermi a tutti voi, a chi aggredisce o crede d aggredire il cancro, a chi non usa questa parola, a chi adora la metafora bellica perchè ti dà forza, a chi ha perso chi amava, a chi usa il cancro per conoscersi di più, a chi protegge i suoi cari, a chi ha bisogno di parlare...
Mi è piaciuto poco l'oncopsicologo e molto la ricercatrice: lui, a dispetto del ruolo, poco affettivo e comprensivo delle debolezze, troppo schierato sui miglioramenti degli aspetti "tecnici"; lei morbida, intelligente, garbata. Sarà un caso che lei SA di csa i parla e lui no?
Oddio, quante altre cose vorrei dire...AVREI VOLUTO ESSERE LI'!!!!
Si capisce che io appartengo alla categoria di quelli per cui è fondamentale parlarne????
Un abbraccio
Laura

1/3/07 08:54  
Anonymous stefania said...

Bella..., disinvolta..., autentica..., acuta... e si potrebbe continuare con una serie infinita di aggettivi per confermare il successo mediatico di ieri sera. Io sono stata contenta soprattutto di vedere, in TV, la "mia" Angela, proprio quella che conosco, non un'Angela più truccata, più elegante, più preparata, ma semplicemente la mia amica Angela con la sua umanità, la sua lucidità, la sua consapevolezza e il suo bagaglio di esperienze da condividere. Laura dice avrei voluto essere lì…. La mia sensazione è stata invece come se tutto lo studio dell’Infedele si fosse trasferito nel mio salotto… mancava solo il mio limoncello e…oplà finalmente qualcosa di autentico in TV!

1/3/07 11:54  
Anonymous Anonimo said...

Bellissimo intervento e toccante anche.
Credo che troppo spesso siamo spaventati da ciò che non conosciamo e confrontarsi e parlarne con gli altri ci aiuta a sentirci meno soli.

un bacio da me e uno da Cri che è a casa malata !!!

Stefania
p.s. : Angela batte Michelle 30 a 0

1/3/07 11:58  
Anonymous Anonimo said...

Anch’io l’Infedele non la vedo spesso, mai 8 ½, qualche film sulla 7, ma l’altra sera ho visto Lerner e lo ringrazio perché ho potuto conoscere Angela, che parlava con la mia mente, il mio cuore, i miei dolori, con le parole che io non so dire e non so scrivere;
tra tutti i presenti ho ascoltato i tuoi interventi perplessa e affascinata perché dicevi le cose come vorrei dirle io.
Sono stata operata 8 anni fa e in questa mia nuova vita non sono rimasti molti gli amici, il dolore fa paura!
Ho cercato e trovato il tuo sito e mi è piaciuto molto leggere i tuoi pensieri, veramente BRAVA!!!.
Un abbraccio e felice giornata GRAZIA (RA)

2/3/07 10:18  
Blogger angela said...

Ragazze, siete generose e vi ringrazio con tanto affetto.
Gad Lerner è un vero gentleman e la sua trasmissione merita più visibilità. Mi impegno anch'io il mercoledì...Grazia, che bella la comunicazione fatta così! Dimmi, come hai fatto a sapere del mio sito? Baci

2/3/07 11:09  
Anonymous GRAZIA said...

Purtroppo ho internet solo in ufficio e vengo 1/2 ora prima per leggere le tue riflessioni, ho cercato te dopo la trasmissione del 28/2 e sono contenta, ora mi sto stampando le tue lettere arretrate e stasera al posto di sanremo avrò di che leggere.
Ciao baci GRAZIA

2/3/07 12:05  
Blogger angela said...

Questa sì che è concorrenza alla bionda Michelle! Però non mi hai raccontato come hai scoperto il mio sito. Eri in trasmissione tra il pubblico? Di nuovo baci e meravigliata di sapere che quello che scrivo impegna così tanto le persone da farle arrivare prima in ufficio! Perdonami per questo!!!
Almeno che sia un bell'ufficio...

2/3/07 12:15  
Blogger angela said...

Grazia, ho capito tutto! Hai cercato Attive e navigando mi hai trovato...grazie. C'erano tante donne e alcune mi hanno cercato a fine trasmissione, da qui la mia confusione!

2/3/07 14:14  
Blogger angela said...

Grazia, ho capito tutto! Hai cercato Attive e navigando mi hai trovato...grazie. C'erano tante donne e alcune mi hanno cercato a fine trasmissione, da qui la mia confusione!

2/3/07 14:14  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home