5 giugno 2009

Meno male che Obama c'è!

È più facile dare inizio a una guerra che porle fine. È più facile accusare gli altri invece che guardarsi dentro. È più facile tener conto delle differenze di ciascuno di noi che delle cose che abbiamo in comune. Ma nostro dovere è scegliere il cammino giusto, non quello più facile. C'è un unico vero comandamento al fondo di ogni religione: fare agli altri quello che si vorrebbe che gli altri facessero a noi. Questa verità trascende nazioni e popoli, è un principio, un valore non certo nuovo. Non è nero, non è bianco, non è marrone. Non è cristiano, musulmano, ebreo. É un principio che si è andato affermando nella culla della civiltà, e che tuttora pulsa nel cuore di miliardi di persone. È la fiducia nel prossimo, è la fiducia negli altri, ed è ciò che mi ha condotto qui oggi.

Noi abbiamo la possibilità di creare il mondo che vogliamo, ma soltanto se avremo il coraggio di dare il via a un nuovo inizio, tenendo in mente ciò che è stato scritto. Il Sacro Corano dice: "Oh umanità! Sei stata creata maschio e femmina. E ti abbiamo fatta in nazioni e tribù, così che voi poteste conoscervi meglio gli uni gli altri". Nel Talmud si legge: "La Torah nel suo insieme ha per scopo la promozione della pace". E la Sacra Bibbia dice: "Beati siano coloro che portano la pace, perché saranno chiamati figli di Dio".

Sì, i popoli della Terra possono convivere in pace. Noi sappiamo che questo è il volere di Dio. E questo è il nostro dovere su questa Terra. Grazie, e che la pace di Dio sia con voi.

Discorso di Obama, Cairo, 4 giugno 2009.

(Il migliore regalo di compleanno che abbia mai ricevuto!)

9 Comments:

Blogger Luposelvatico said...

Si, concordo, l'ho letto su Repubblica e quelle parole mi son sembrate ossigeno puro tra i miasmi di questo piccolo miserabile paese in cui stiamo vivendo.
Un abbraccio speciale e un mondo di auguri, dunque, adorata Angela nostra!

5/6/09 13:10  
Blogger Arnicamontana said...

Angela cara...prima di tutto buon compleanno a te :-)
Poi...si rimane un pò attoniti di fronte a discorsi di questo tipo, forse perché qui da noi stanno cercando di affossarla la fiducia nel prossimo, in tutti i modi. Un abbraccio comunque di speranza

5/6/09 16:54  
Anonymous Mimmo said...

Anche per me una grande emozione ascoltare le sue parole di pace.
Ti abbraccio con infinito affetto, buon compleanno!

5/6/09 23:30  
Anonymous Anonimo said...

sono parole che toccano il nostro bisogno di pace e giustizia,grazie Angela e...buon compleanno !

aria

6/6/09 09:03  
Blogger sinedie said...

Bellissimo, forse ancora più bello del discorso d'insediamento dopo le elezioni. Ma ci si può fermare ad un aspetto estetico, poetico in un discorso da presidente degli States? Sì si può, lo hai fatto tu e credimi lo faccio spesso anch'io, si può. Poi sul fatto che le parole vengano ascoltate ed interpretate, che molti applausi vengano da mani che fino al giorno prima hanno picchiato e violentato, che il coro di lodi esca da bocche che un minuto dopo pronunceranno insulti beceri verso qualsiasi posizione anche solo leggermente difforme, su questa che è la costante del nostro stare al mondo e sul web, facciamo finta di niente. I miasmi di cui parla Lupo e Arnica sono stati prodotti anche dagli interlocutori cui si rivolge Obama, essi non possono credere di non esserne corresponabili o, fra voi, c'è qualcuno che lo pensa? Vorrei farti gli auguri, sinceramente, io sono il medesimo blogger che i tuoi commentatori hanno abbondantemente spernacchiato tempo fa: sono Minimo.

6/6/09 09:09  
Anonymous Stefi said...

Mia cara Angela,
voglio sperare che non solo orecchie, ma soprattutto tantissimi cuori sappiano ascoltare le sue parole!..
Happy Birthday to You anche se in ritardo!

Un fortissimo abbraccio
Stefi

6/6/09 12:01  
Anonymous Daniele Verzetti, il Rockpoeta said...

Buon Compleanno Angela!!!!!

Il discorso di Obama é un regalo anche per tutti noi !!!!

Ti abbracci fortissimo!
Daniele

6/6/09 21:04  
Blogger evergreen said...

Buon compleanno, anche se un pò in ritardo. Mi auguro che la forza e la bellezza delle parole vincano la crudeltà e lo squallore della prassi!

8/6/09 09:07  
Blogger Artemisia said...

Auguri, cara Angela! Scusa il ritardo. Sono sempre costantemente indietro a leggere i post degli amici.
Approfitto anche per dirti che non ce la faccio a venire a Collevecchio neanche questa volta. E' un periodo particolare al lavoro e dovrò andare in ufficio anche sabato.
Un abbraccione e spero davvero di essere dei vostri la prossima volta.

13/6/09 19:39  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home