7 aprile 2009

Coda di paglia

"Ringraziamo i paesi stranieri per la loro solidarietà ma invitiamo a non inviare qui i loro aiuti. Siamo in grado di rispondere da soli alle esigenze, siamo un popolo fiero e di benessere e li ringrazio ma bastiamo da soli". Lo afferma il premier Silvio Berlusconi, nel corso di una conferenza stampa sulla situazione in Abruzzo.
(Repubblica, 7 aprile)

E' una risposta degna di Francisco Franco.
Di un autarca come Mussolini
Di un Pol Pot.

Un presidente coreano o cinese non avrebbe dubbi a riguardo: appoggierebbe l'orgoglio.

Mi chiedo: non c'erano i soldi per ristrutturare le scuole già esistenti che ammazzano ragazzi a suon di soffitti volanti, ma ci sono soldi per ricostruire un bel pezzo di regione.
Non ci sono soldi per mantenere in vita insegnanti precari ma ci sono soldi per gli ingegneri e imprenditori.
Si tagliano i fondi alle università, alla polizia di stato e carabinieri, ci mettiamo le ronde tanto carine, dono dell'anima volontaria del paese dal cuore di burro, ma abbiamo la fierezza economica di rimuovere l'ecatombe abruzzese.

Mi viene un dubbio: se accettiamo i fondi dalla Francia o dalla Germania ecc. poi qualcuno ci chiederà conto di quel versamento e chi potrebbe a quel punto specularci sopra...se accettiamo aiuti stranieri, forse qualche ingegnere olandese potrebbe venire a scoprire che la calcestruzzi casalese è panna montata e le inferriate sono di marzapane!

Meglio lavare i panni sporchi a casa nostra!
Meglio tenere la stampa estera lontana e quella italiana annichilita e servile.

Nel frattempo, le disgrazie diventano un'opportunità per tutti i condor che si aggirano sui cadaveri; ricordatevi o voi sopravissuti all'eccidio del Fato: a giugno ci sono le elezioni!

6 Comments:

Blogger luposelvatico said...

Le disgrazie sono una ennesima ferita per il popolo ed un regalo insperato per i regimi: dietro lo scudo del dolore, si invoca l'assenza di polemiche. Ma il male non si riposa mai, nemmeno di fronte al disastro.

7/4/09 14:35  
Blogger Franca said...

Guai a chi osa ferire il nostro orgogliopatrio...

7/4/09 16:55  
Anonymous grazia said...

Porta a Porta ieri sera: due burattini seduti nei loro megaschermi, e lui che chiedeva a Vespa:-a proposito ne approfitto, Matteoli e Maroni sono lì da lei?- Ah, bene, allora avrei bisogno di altri vigili del fuoco per domani.
"MATTEOLI E MARONI SONO LI' DA LEI?"(!!!!!!!!!!)
In un film non avrebbero potuto scrivere una sceneggiatura così, sarebbe sembrato inverosimile, tropo inverosimile.
E poi tutto il proclama a suon di io, io, io, io e LA NEW TOWN!!!!!
Mi rendo conto di eccedere in punti esclamativi. Ma, come si dice a Firenze: a i' peggio un c'è mai fine

7/4/09 18:15  
Blogger Angela said...

il senso di orrore cresce e la certezza che piove solo sui giusti!

7/4/09 18:59  
Blogger sileno said...

Dal sito " Sondaggi elettorali" l'ultimo sondaggio è pubblicato su Repubblica del 5/4/09.
Domanda:
Le chiediamo di dare il suo giudizio su alcuni personaggi politici in base al loro comportamento nell'ultimo periodo; che voto darebbe da uno a dieci.
Fini 58,7
Berlusconi 46,1
Franceschini 45,5
Casini 44,8
Di Pietro 41,6
Bossi 40,2

La stessa domanda su , voto da uno a dieci a governo e opposizione
governo 42,0

opposizione di sinistra 21,9
sono state intervistate 1277 persone nel periodo dal 18/3 al 23//09, committente Coop.

Il popolo italiano ha scelto i suoi campioni.
Potessi dimettermi da italiano, mi dimetterei immediatamente.
Sileno
Sileno

7/4/09 19:46  
Blogger Lara said...

Ecco in che mani siamo, la mia prima reazione è stata di rabbia, prima ancora del dolore, perché era stato previsto questo sisma e chi l'aveva previsto è finito denunciato per procurato allarme dal Bertolaso.

Ha ragione Sileno, se potessi anch'io mi dimetterei da italiana.

Ciao Angela

8/4/09 09:54  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home