24 novembre 2006

fatigue

Sono giorni delicati e bisognosi di riposo.
Ho scritto che in questo vulnerabile momento è per me preferibile sospendere "la parola", piuttosto che agitarmi con i pensieri, stare quieta: i demoni hanno paura del silenzio.

1 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Al contrario, piccola Angela, i demoni hanno paura della parola offerta e ricevuta; della supplica e dl lamento, del non arrendersi zittita. Temono i salmi e le parole buone, santificate dalla verità degli affetti, temono i richiami che fanno stringere mano con mano per avanzare insieme nell'avventura notturna. Allora, Angela?
Con profondo affetto
ettore

26/11/06 19:40  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home