2 novembre 2006

L'uomo zazen

Invece questa mattina presto è arrivato Vittorio: una persona speciale in tempo di colera!
E' un designer, lavorava in azienda, oggi fa il freelance e si occupa del sostegno alle persone per il potenziamento delle loro capacità e del loro immaginario con corsi mozzafiato dal titolo: La mente intuitiva!
Vittorio mi ha insegnato a credere alle mie visioni, ai sogni sulle cui costruzioni lavoro da tutta una vita. Non crede che io abbia ragione quando dico che il mio è stato un perdere tempo dietro l'Idea anzi crede che sia tutta la vita una tensione verso l'Idea e che il temine errore, nel realizzarla, non esiste semmai bisogna parlare di esperimento.
Così i miei ultimi vent'anni sono stati una collezione di esperimenti...ma ora è tempo di giocarsi la formula!
Domani verrà a trovarmi perchè si cominci a pianificare, a scavare le basi, a gettare cemento.
E' così importante oggi concretizzare l'atto, l'azione pensata.
Ho scelto più volte, ancora una volta questo luglio, di non tornare al lavoro.
Una scelta che lascia immaginare quali commenti si è tirata dietro...oggi se non fai profitto non sei niente. Lucrum facio ergo sum!
Inoltre il mondo delle donne, crudeli a partire da loro stesse, non ti perdona che hai un marito che lavora in ufficio anche per te. Qualunque scelta fai sarà perchè te lo puoi permettere!
La domanda di molte donne è stata: cosa fai durante il giorno?
Interessante! Le donne si immaginano in taullier e budget da pianificare o al parrucchiere e tra i fornelli. Tra il capo-ufficio e i bambini c'è un mondo di mezzo che passa inosservato, che non ha nessuna quantificazione, che appare alla maggioranza necessario solo se riempito di vacanze al mare...ebbene io mi colloco in questo spazio e tempo inutile!
Come l'uomo zen mi colloco nel vuoto, cerco il vuoto, dove nessuno va perchè non c'è tornaconto, non c'è gratificazione, non c'è riconoscimento sociale.
Così quando dico che le idee non servono ma occorrono i fatti parlo di scelte concrete che siano coerenti al proprio essere, al proprio sentire. Ci sono fatti che non sono visibili ad occhio umano e nella mia ottica del rovesciamento valgono di più di molti fenomeni appariscenti che richiedono sempre il plauso del pubblico.
Tuttavia, non tutti i giorni ho questa chiarezza e in alcune ore i figli della terra mi sussurrono il mio fallimento mentre si aggirano in giacca e cravatta nel loro inferno metallico di auto in corsa.
Allora ho bisogno di Vittorio per ricodarmi chi sono e cosa ho scelto di essere.
"No more worry about not being perfect
Welcome to being you"
(Larry Rosenberg)

6 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Tipico esempio di cattiva coscienza. Z.

3/11/06 01:36  
Blogger angela said...

Agisci di notte e agisci nell'anonimato. Chi dei due soffre di più di cattiva coscienza?

3/11/06 07:48  
Anonymous Anonimo said...

Per una teologa dell'idea l'anonimato e il tempo dovrebbero essere questioni risibili,addirittura e letteralmente alibi infantili.
Non basta una lunga teoria di aggettivi mal governati a celare l'inconsistenza di certi tuoi "ragionamenti": perchè di ragionamenti si parla, non è vero? Bene, troppo sfacciata è la loro impostura: dove al nesso logico sostituisci con invasato furore, mi verrebbe da dire alla Simone Weil, il salto nella visione apodittica, ecco lì riveli la tua cattiva coscienza. Tanto varrebbe una confessione esplicita. Z

3/11/06 10:11  
Blogger angela said...

grazie Z. per la fedeltà con cui segui i miei vuoti ragionamenti.
Le prove le tengo per il mio privato. Le idee sono sempre discutibili, per questo apprezzo il tuo commento. Se scrivi del tuo disprezzo ma in termini meno ermetici e più a portata di povera gente, potresti anche rischiare di essere pubblicato ogni volta che mi dimostri la tua "stima".
grazie comunque.

3/11/06 10:37  
Anonymous Anonimo said...

Cara Angela,

finalmente sono riuscita a visitare il tuo blog. Ho rubato poco tempo al lavoro ma ne valeva la pena. Anche questa mattina non sapevo se sarei arrivata sana e salva alla sera, come sai in questo periodo il clima a PC è di tensione e scoramento.
Ma leggere le tue parole è stata una carezza per il mio cuore.
Ti ringrazio e ti auguro la migliore delle giornate.
Spero di vederti presto.
Daniela

3/11/06 13:00  
Anonymous Anonimo said...

Tra ermetici ci si intuisce solo. Z.

3/11/06 13:38  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home