18 agosto 2009

Amici cari

Il blog è una gran bella esperienza di scrittura e comunicazione.
Tuttavia è necessario fermarsi per un pò e capire se la scrittura stessa spinge a cercare altre strade...o se la strada che oggi voglio percorrere non sia fatta di silenzio e di lettura della scrittura di altri.
In questi anni sono cresciuta anche grazie alla scrittura che mi ha regalato delle relazioni reali, fatte di carne e amore e gli incontri e la tavola con il vino buono, le confidenze sotto le stelle della Sabina, le riflessioni sull'umanità che ci è accanto e vale oro.
Tutto questo è stato buono.
E' stato anche cura e sollievo nella malattia che condivisa ha perso i tratti della disperazione.
Un cuore abitato dagli altri non muore solo.
E' arrivato ogni giorno anche il suono della "guerra" esterna, della peste e dell'infelicità che annega il paese: la resistenza al cancro si è trasformata per me in un atto politico.
Denuncia e lotta, indignazione e libertà dalla paura.
Vivere è impegno a sottrarre se stessi e altri alla deriva della morte e cercare i vivi, ciò che è vivo.
Ditemi voi se non abbiamo gridato abbastanza contro gli zombi che hanno occupato la nostra storia?
Ditemi voi se insieme non abbiamo creato quel famoso "mondo possibile" che nessuna politica di casta potrà mai realizzare?
E infine ditemi voi se non vale la pena sempre di esporsi, giocarsi la reputazione, accettare il rischio?
Anche le parole hanno aperto varchi come dinamite, senza frantumare nulla se non la paura di non essere accolti.
Vi abbraccio e a presto...

20 Comments:

Blogger guglielmo said...

A presto, si. Ciao

18/8/09 14:31  
Anonymous Stefi said...

Mia cara Angela...benvenuta fra i "semplici lettori" :-)

Credo vi sia un momento per ogni cosa e a tutte le tue domande non si può che rispondere affermativamente.

Si, carissima Angela, un "altro mondo possibile" è nato e...a presto per continuare a farlo crescere!

Ti abbraccio.
Stefi

18/8/09 15:50  
Blogger Arnicamontana said...

Angela cara, alle tue domande rispondo si, con la testa proprio non solo con la voce...Un abbraccio speciale di forza e gratitudine per ciò che ci hai indicato con le tue pagine :-)
A presto...

18/8/09 17:00  
Anonymous Anonimo said...

Sto leggendo il tuo libro, Angela cara. È troppo bello. Ritrovo pensieri che sto rivedendo ora nel mio lavoro, molto meno colto e forte del tuo scritto, ma sincero. Abbiamo guardato in noi stesse e ritrovato l'altro, il fuori da noi... Un abbraccio stretto
Rosa

18/8/09 17:15  
Anonymous Mimmo said...

Carissima Angela,
come dice Stefi c'è un momento per ogni cosa,
ma anche se deciderai per il silenzio continuerai a parlare ai nostri cuori, piccola signora degli ossimori, come ti ha definito con affetto Ettore Masina nella prefazione della tua Era della debolezza, perchè indelebili sono le parole che ci hanno fatto innamorare della tua anima, che ci hanno dato la speranza di poter costruire "un altro mondo possibile".
Si, Angela, ne valeva proprio la pena.
Ti abbraccio forte
Mimmo

19/8/09 01:14  
Blogger jon said...

Buon viaggio...
^__^

19/8/09 08:09  
Blogger luposelvatico said...

Ricordi, Angela cara? Proprio un anno fa, di questi tempi, prese finalmente corpo l'idea (nata qualche mese prima) di fare in modo che, oltre alle nostre parole, si incontrassero anche i nostri corpi, le nostri voci, i nostri sorrisi.
Da allora la nostra vita è anche la storia della Compagnia di Collevecchio, e delle meravigliose, irrinunciabili ore trascorse insieme.
Il blog è solo una delle finestre che decidiamo di aprire su di noi, e ormai da tempo, per fortuna, non è più l'unico modo per guardarti dentro e stupirsi della meraviglia che sei:-)
Un abbraccio fortissimo.

19/8/09 08:46  
Blogger sileno said...

"Un altro mondo possibile", impresa titanica, ma un piccolo germoglio a Collevecchio l'abbiamo fatto radicare, solo il futuro ci dirà se darà frutti.
Ettore Masina riporta, nella prefazione al tuo libro " L'era della debolezza",queste parole di Rigoberta Menciù: " Il Sud dei poveri comincia al di là dello zerbino della vostra casa", allora andiamo avanti per un altro mondo possibile
Un forte abbraccio
Sileno

19/8/09 09:14  
Blogger evergreen said...

Anche se, ahimé, opterai per il silenzio si questo blog, esso riecheggerà pur sempre del tuo coraggio e della tua grande forza interiore. Grazie di tutto. Con stima.

19/8/09 15:17  
Blogger Daniele Verzetti il Rockpoeta said...

Seguire il proprio flusso interiore il proprio sentire é tutto nella vita. Spiace il non leggerti (spero solo temporaneo) viste le tue indubbie capacità umane e letterarie che fanno dei tuoi post dei pezzi unici di rara emozione nonché di crescita e conoscenza.

Ti abbraccio fortissimo
Daniele

20/8/09 15:08  
Blogger SunOfYork said...

ho un talento tutto particolare per scoprire i blog sempre nel momento in cui i loro proprietari si prendono una pausa :-)

sun

21/8/09 11:49  
Anonymous Anonimo said...

bada bene, mia cara: siamo tutti disposti a "concederti" una meritata e ragionevole pausa; credi tuttavia che a qualche tuo lettore/sodale faccia piacere l'idea di non trovare più i tuoi stimoli stuzzicanti?
Lasceremo ai tanti cuori diversi la ricerca delle strade, private e comuni, per tessere ancora la benedetta rete, in cui alcuni fanno la parte della voce autorevole, altri quella dell'ascoltatore pensoso.
Sai però che abbiamo voglia di continuare a sentirti.
Non privarti, non privarci, troppo a lungo, dei talenti che in te sono germogliati.
PaolaN

21/8/09 23:00  
Anonymous luciana said...

Un altro mondo è possibile ... parlando, scrivendo o stando in silenzio tu sei testimonianza di questo ... Ciao, amica
Luciana

23/8/09 23:13  
Blogger angel said...

Ciao Angela
Piacere... Solo adesso ho trovato il tuo blog e tutto che ho letto che é molto piaciuto. Si, io credo che é possibile creare un altro mondo. Tutto é possibile quando avremo i sogni di farlo.

Abbraccio
Angela

24/8/09 20:57  
Blogger marina said...

Cara Angela, aspettando di leggerti di nuovo qui, mi rileggerò il tuo libro, pozzo senza fondo di stimoli e riflessioni. Ma anche se deciderai che questa esperienza è conclusa resteremo vicine perché la tua voce ha seminato intorno a te.
ti mando il mio abbraccio, il mio affetto e il mio grazie
marina

25/8/09 12:05  
Blogger Farfallaleggera said...

Cara amica, io ti rispondo dichiarandoti sinceramente il mio egoismo: io preferivo leggerti. Posso anche capire il tuo bisogno di capire se continuare a scrivere o meno, ma accettarlo supinamente è chiedermi troppo. Scusami la franchezza. Il mio bisogno di leggerti per capire, per riflettere, per non accettare, per protestare viene prima del tuo bisogno. Io non ti conosco nel reale, ma virtualmente tu per me sei stata come un sole che mi ha riscaldata e che mi ha indotta a lottare in questi mesi contro la depressione che ogni quanto si risveglia e mi offusca il cervello, per questo mi prego non lasciarmi senza un tuo rigo di scrittura. Ti voglio bene, amica mia, tu non sia quanto. Perciò ti dico solo un semplice ciao Angela, torna presto. Giò

27/8/09 08:03  
Blogger Artemisia said...

Fai come ti senti, Angela. L'importante è restare in contatto.
Un abbraccio

27/8/09 21:10  
Blogger giorgio said...

Un abbraccio che significa speranza e lotta.
Giorgio.

7/9/09 17:59  
Anonymous Anonimo said...

Cara Angela,
spero di ritrovarti presto...
un saluto...
Loredana Sansavini

8/9/09 13:21  
Blogger marina said...

cara Angela, sono passata solo per abbracciarti
marina

10/9/09 15:44  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home